Pasta fredda

Le 5 regole fondamentali per una pasta fredda a prova d’estate!

Le afose temperature estive ci invogliano ben poco a stare davanti ai fornelli; per fortuna, ci vengono in aiuto piatti veloci e completi come la pasta fredda, classico intramontabile dei menù estivi.

Da consumare in spiaggia sotto l’ombrellone, in un prato per un pic-nic oppure in ufficio durante la pausa pranzo, questo piatto si adatta a innumerevoli occasioni.

Nonostante sia una ricetta semplice e veloce, è necessario seguire alcune piccole accortezze per evitare il cosiddetto “effetto colla” ed ottenere una pasta fredda perfetta.

Vediamo insieme 5 regole fondamentali per una pasta fredda a prova d’estate!

#1 Scegli una pasta di qualità

La prima regola per un’ottima pasta fredda è quella di utilizzare pasta di alta qualità e porosa: queste 2 caratteristiche sono fondamentali per avere una cottura perfetta e l’assorbimento del condimento.

I formati che maggiormente si adattano a questo primo piatto sono quelli corti come le penne rigate, che ben si amalgamano agli ingredienti e ne trattengono i pezzi, mentre per pesti o sughi freddi a base di ricotta meglio scegliere paste ritorte come i fusilli o le casarecce.

Ma non esiste una regola fissa: puoi scegliere anche dei formati più sfiziosi per la tua insalata di pasta. Un esempio? Uno dei nostri must-have estivi sono i Dischi Biologici alla Crudaiola!

#2 Cuocila al dente

La cottura della pasta deve essere assolutamente al dente: addirittura meglio se scolata 1 o 2 minuti prima rispetto al tempo di cottura indicato sulla confezione.

Oltre ad essere più digeribile, la pasta cotta al dente si presta meglio a piatti estivi come la pasta fredda: scolarla qualche minuto prima evita che troppo amido venga trattenuto in superficie e, di conseguenza, che risulti appiccicosa.

#3 No all’acqua fredda

Un errore comune è quello di lavarla con acqua fredda una volta scolata, per fermare la cottura. Passare la pasta appena cotta sotto l’acqua fredda le fa perdere amido e sapore.

La pasta va, invece, immediatamente versata in una teglia o un’insalatiera capiente, condita con un filo di olio extra-vergine di oliva, mescolata e lasciata raffreddare a temperatura ambiente.

Dopo che si sarà un po’ freddata, può essere messa in frigo: il condimento dovrà essere aggiunto solo quando sarà completamente fredda.

Seguendo questo metodo, la pasta si raffredderà in maniera graduale, mantenendo la cottura e, soprattutto, non risulterà collosa o slavata.

#4 Condisci con fantasia!

A questo punto, puoi condire la pasta fredda seguendo la tua fantasia per inventare nuovi abbinamenti che permettano di portare in tavola primi piatti ogni giorno diversi.

Se vuoi evitare il grande classico “pomodoro e mozzarella”, puoi aggiungere verdure di stagione a piccoli pezzetti, tonno, olive, gamberetti, feta e chi più ne ha più ne metta.

Un’alternativa fresca e veloce è quella di condire la pasta con un pesto, da quello ligure di basilico a quello alla rucola, da quello di piselli alla versione detox preparata con spinaci, fino ai peperoni e alle zucchine con qualche foglia di menta.

#5 Occhio ai nutrienti

Proprio perché ricca di ingredienti, la pasta fredda costituisce un pasto completo i cui i nutrienti - in particolare proteine e fibre - devono essere ben bilanciati.

Non solo, anche i condimenti - che possono rendere la digestione difficile quando fa caldo - non devono essere esagerati.

Per una variante più leggera e sana, ma altrettanto gustosa, ti suggeriamo di utilizzare la pasta della linea Biologica Integrale con Omega 3 con un alto contenuto di fibre (il 32% del fabbisogno giornaliero) che contribuisce ad aumentare il senso di sazietà.

Prodotta con semole provenienti solo da grani italiani, rigorosamente selezionati, questa pasta garantisce una maggior digeribilità e una percentuale più alta di vitamine e sali minerali.

Inoltre, il contenuto di Omega 3, assicurato dall’aggiunta di farina di lino (Ala Omega 3), ha un’azione preventiva contro le malattie cardiovascolari e metaboliche.

Con l’aggiunta di Pasta Toscana Integrale con Omega 3 la tua pasta fredda diventerà una fonte giornaliera di nutrienti indispensabili per sentirsi bene e mantenersi in forma.

Pasta fredda: il must-have dell’estate

Con il caldo estivo, la pasta fredda è sempre un toccasana: sia per un pranzo veloce in ufficio, sia per un pic-nic sulla spiaggia o in montagna, è un pranzo equilibrato, semplice e nutriente.

Abbiamo visto 5 semplici regole per preparare un’ottima pasta fredda, che non sia la classica “pomodoro e mozzarella”, ma che lasci spazio alla fantasia e a condimenti più sfiziosi.

Per i più attenti alla linea, poi, Pasta Toscana ha la soluzione perfetta: la pasta Biologica Integrale con Omega 3, leggera, gustosa e sana.

Cerchi ispirazione per gustosi primi piatti? Consulta la sezione Ricette nel nostro sito.

Leggi le altre news

scopri i nostri prodotti

IL PROGETTO VAI ALL’ORIGINE

TRACCIABILITÀ A
PORTATA DI MANO

SCOPRI COME FUNZIONA

Contattaci

Pasta Toscana

Questo sito utilizza tecnologie più recenti per garantirti un'esperienza di utilizzo semplice e funzionale.
Per visualizzarlo scarica e installa un browser più recente, per esempio
Google Chrome, Mozilla Firefox o Microsoft Edge

© PASTIFICIO FABIANELLI
C.F. e P.IVA IT 00102310513 - Privacy Policy - Cookie Policy
site by: Della Nesta...

Link copiato, condividilo pure!