Dieta chetogenica: cos’è e come funziona

Scritto da:

Dott.ssa Barbara Lapini

 

Risponde la Nutrizionista

Se anche tu ti stai domandando cos’è la dieta chetogenica, come funziona e, soprattutto, se fa bene al nostro organismo, sei nel posto giusto! Qui trovi tutte le risposte della nostra Nutrizionista.

Avrai sicuramente sentito parlare di dieta chetogenica. Ma che cos’è e quali sono i suoi fondamenti?

Prima di entrare nel vivo della discussione e parlare di questa tipologia di dieta, però, è necessaria una piccola premessa: i carboidrati vengono sempre più eliminati in maniera massiccia da ogni dieta fai da te e non, per perdere peso o per gestire problematiche come diabete, colesterolo e trigliceridi elevati, come se fossero responsabili di ogni male.

Eppure, i carboidrati sono 1 dei 3 macronutrienti necessari al nostro organismo per svolgere ogni sua funzione.

I carboidrati sono zuccheri, ma gli zuccheri non sono tutti uguali, e si dividono infatti in semplici e complessi (o, appunto, carboidrati).

La differenza tra zuccheri complessi e zuccheri semplici sta nella molecola che li compone e nella capacità del nostro organismo di assorbirli a livello intestinale.

I carboidrati complessi hanno infatti molecole più lunghe di quelli semplici ed entrano in circolo più lentamente garantendo energia più a lungo nel tempo.

Quelli semplici, invece, entrano in circolo molto più velocemente, generando un picco glicemico più alto, ma avendo un effetto molto meno duraturo.

Una cosa in comune, però, ce l’hanno: sia gli zuccheri complessi che quelli semplici vengono assorbiti a livello intestinale e trasformati in energia utile ad ogni organo del nostro corpo, in particolar modo per il cervello.

Altra caratteristica dei carboidrati è la presenza di fibra, che ha la capacità di dare sazietà, regolare il transito intestinale, rallentare l’assorbimento dei nutrienti regolando la quantità di zuccheri in circolo e, di conseguenza, la produzione dell’insulina.

Inoltre, riduce la sensazione di sonno dopo il pasto, il rischio di diabete e di malattie cardiovascolari e l’assorbimento dei grassi come colesterolo e trigliceridi.

Ma, spesso, ai carboidrati si associa la paura di ingrassare, motivo per cui vengono regolarmente eliminati in maniera massiccia e sbagliata.

Sempre più spesso, quindi, si ricorre a diete senza carboidrati restrittive come la chetogenica che, seppure utilissima in alcune situazioni, deve essere necessariamente consigliata da un Medico che possa seguirne gli effetti e le conseguenze.

Cos’è la dieta chetogenica?

Partiamo dalla definizione: dieta che produce corpi chetonici.

Come abbiamo visto e come ben sappiamo, il nostro organismo ha bisogno di zuccheri.

Se non li introduciamo con la dieta, l’organismo scompone gli altri nutrienti e li trasforma in zuccheri, oppure li produce attingendo dalle nostre riserve di grasso, con la conseguente produzione di corpi chetonici attraverso un processo detto appunto chetosi.

Raggiunta la chetosi, le cellule utilizzano i corpi chetonici per generare energia fino a che non avranno nuovamente a disposizione i carboidrati.

Per raggiungere la chetosi come produzione di energia e, dunque, attingere dal grasso di riserva anziché dallo zucchero circolante, occorrono dai 2 ai 4 giorni di un consumo ridotto, o nullo, di carboidrati, tempo però molto variabile da soggetto a soggetto e dal livello di attività fisica svolto.

In questa fase di passaggio, possono comparire sintomi come:

  • Nausea;
  • Stanchezza;
  • Giramenti di testa;
  • Irritabilità;
  • Mal di testa.

NB → Tutti questi sintomi, una volta entrati in chetosi, andranno via via scomparendo.

Caratteristiche della dieta chetogenica

Quali sono le caratteristiche della dieta chetogenica, le sue regole e gli alimenti da evitare? Vediamoli insieme.

Innanzitutto, la dieta chetogenica presenta un basso apporto calorico, che spesso non supera le 1000 calorie giornaliere, oltre che un basso contenuto di carboidrati.

Inoltre, non supera i 50 grammi di zuccheri al giorno, che devono essere massimo il 10% delle calorie totali.

Risulta una dieta povera anche di fibre, con conseguente stipsi per cui è necessario introdurre una grande quantità di acqua.

La dieta chetogenica prevede un aumento del consumo di latte, uova, carne, pesce, formaggi e dunque alimenti di origine animale.

Gli alimenti da eliminare del tutto, invece, sono:

  • Legumi;
  • Patate;
  • Cereali e derivati, quindi ancora una volta via pasta e pane;
  • Frutta zuccherina;
  • Alcune verdure zuccherine;
  • Bibite zuccherate, dolci e alcolici;
  • Olio extra vergine di oliva (se non da eliminare, è comunque da ridurre drasticamente).

Si tratta, come avrai intuito, di una dieta molto difficile da portare avanti, soprattutto perché anche un solo sgarro può invalidare sforzi di intere settimane.

Inoltre va eseguita sotto stretto controllo medico, in quanto dieta molto restrittiva, ed è controindicata:

  • Per diabetici e per chi soffre di problematiche renali e pancreatiche;
  • Per chi soffre di problematiche epatiche, in quanto l’aumento del metabolismo dei grassi aumenta il lavoro del fegato;
  • Per le donne in gravidanza e allattamento dato che può produrre carenze per le esclusioni che impone.

Infine, risulta sconsigliata per lunghi periodi anche perché, oltre un certo momento iniziale di perdita importante di peso, si tende a non dimagrire più.

Vantaggi e svantaggi della dieta chetogenica

Ma quali sono, quindi, i benefici di questa dieta? E gli svantaggi? Vediamoli di seguito.

Vantaggi della dieta chetogenica

  • Riduzione delle calorie totali;
  • Mantiene glicemia e insulinemia costanti;
  • Aumenta il consumo dei grassi di riserva per produrre energia;
  • Aumenta il dispendio calorico per l’aumento dell’azione dinamica specifica degli alimenti (cioè si aumenta l’energia necessaria per metabolizzare certi nutrienti);
  • Effetto anoressizzante (riduce il senso di fame).

Svantaggi della dieta chetogenica causata dai corpi chetonici in circolo

  • Aumento della filtrazione renale e della diuresi e, quindi, del carico di lavoro dei reni e possibile effetto tossico sui reni;
  • Disidratazione;
  • Ipotensione;
  • Stipsi;
  • Ipoglicemia;
  • Crampi;
  • Maggior lavoro del fegato;
  • Carenze di nutrienti come vitamine e Sali minerali.

Abbiamo visto cos’è la dieta chetogenica, come funziona, quali sono i suoi vantaggi e quali gli svantaggi.

Ancora una volta, ti ricordiamo che si tratta di una dieta da eseguire sotto sorveglianza del Medico, che potrà seguirti passo passo e valutare effetti e conseguenze sul tuo organismo.

Infine, ti ricordiamo che, tranne rari casi, eliminare del tutto i carboidrati non è mai la risposta corretta!

Leggi le altre news

scopri i nostri prodotti

IL PROGETTO VAI ALL’ORIGINE

TRACCIABILITÀ A
PORTATA DI MANO

SCOPRI COME FUNZIONA

Ora anche
ecosostenibile

CARTA INTERAMENTE RICICLABILE

SCOPRI

Contattaci

Pasta Toscana

Questo sito utilizza tecnologie più recenti per garantirti un'esperienza di utilizzo semplice e funzionale.
Per visualizzarlo scarica e installa un browser più recente, per esempio
Google Chrome, Mozilla Firefox o Microsoft Edge

© PASTIFICIO FABIANELLI
C.F. e P.IVA IT 00102310513 - Privacy Policy - Cookie Policy
Digital Agency Della Nesta

Link copiato, condividilo pure!